ADBI invita a riconsiderare la decisione di aumentare il costo delle rette delle strutture pedagogiche

venerdì 01/02/2019

Testo pù grandeTesto più piccoloprint

Condividi su:

   
 
 
ADBI invita a riconsiderare la decisione di aumentare il costo delle rette delle strutture pedagogiche

In data odierna ADBI ha interessato i Vertici aziendali per invitarli a ripensare la decisione di aumentare il costo delle rette delle strutture pedagogiche che, realizzando di fatto un arretramento sul fronte dell’offerta degli strumenti di conciliazione vita-lavoro, mal si concilia con le intenzioni dichiarate di accrescere il benessere organizzativo e tutelare le diversità, anche di genere. La disponibilità di strutture pedagogiche costituite da nidi e scuola materna in Roma per l’accoglienza di bambini da 0 a 6 anni ha rappresentato e costituisce un importante strumento di conciliazione vita-lavoro; la possibilità di avvalersene dal 1° settembre al 31 luglio, coprendo anche i periodi di vacanze scolastiche (Natale, Pasqua), ha permesso negli anni a tanti colleghi di lavorare serenamente e con continuità; in particolare per la scuola materna questo aspetto ha costituito un tratto differenziante rispetto all’offerta pubblica, chiusa nel mese di luglio. La qualità delle strutture, dell’offerta formativa ed il livello dei costi  hanno fortemente incentivato i dipendenti a fruirne, a prescindere dai loro redditi e dalla distanza dalle strutture stesse. Generale è stato finora l’apprezzamento anche per il valore di inclusione aziendale che esse hanno rappresentato per la compagine a prescindere dal grado e dal settore di appartenenza.   

Suscita quindi viva preoccupazione la decisione  di aumentare in modo significativo le rette richieste per la frequenza sin dal prossimo anno scolastico fino a triplicarne l’ammontare negli anni successivi e le sue possibili conseguenze finali, anche in controtendenza con quanto accade in altre Istituzioni internazionali.

ADBI ha sempre riconosciuto il ruolo delle strutture pedagogiche esistenti per il sostegno che esse offrono al lavoro dei dipendenti e l’importanza particolare per le colleghe che risentono di più  delle fatiche del doppio ruolo chiedendo anche che l’offerta si ampliasse e diversificasse.

luglio 2007-luglio 2017:
10 anni di storia della nostra associazione

Con l’occasione proponiamo per ogni anno di attività un buon motivo per iscriversi, ovvero 10 ottime ragioni per diventare socie ADBI.

Buone notizie

Una rubrica dedicata alle buone notizie e buone prassi, dedicata alle iniziative che aiutano a conciliare vita e lavoro, che combattono i comportamenti sessisti e discriminatori. Inviate anche voi notizie scrivendo a: webmaster@adbi-online.it

Valore D Pari o dispare Rete Armida web agency SITO HD