ADBI - Associazione delle Donne della Banca d'Italia www.adbi-online.it http://www.adbi-online.it/ Consigli di lettura: "Come usare le parole giuste in qualsiasi occasione" di Samuele Briatore http://www.adbi-online.it//newseventi/2022/05/consigli-di-lettura-come-usare-le-parole-giuste-in-qualsiasi-occasione-di-samuele-briatore.aspx<p>Il libro di Samuele Briatore è incentrato sul tema della <em>comunicazione gentile</em>, definita come un modo di essere, una forma mentale, della quale uno dei punti fondamentali è racchiuso nell’ascolto, avendo sempre presenti il rispetto e il controllo. Per alcuni istanti dovremo mettere da parte la nostra autoaffermazione per lasciar spazio alla relazione. Altre due caratteristiche fondamentali della comunicazione gentile sono bontà e umiltà, doti che ci danno la possibilità di rimanere ancorati al concetto di umanità e di relazione. In altre parole, i nostri interlocutori vogliono vedere la persona prima dell’ente. E l’umiltà ci aiuta ad avere un atteggiamento di gratitudine e di apertura, condizioni essenziali per mettere in atto una delle caratteristiche più potenti nella comunicazione, l’ironia e la leggerezza.</p> <p>Un altro punto fondamentale è quello della congruenza e della coerenza<em>: ‘esprimiamo pensieri sinceri e non cadiamo mai nell’adulazione, in quanto quest’ultima è un’arma molto affilata che può tranciare un rapporto di fiducia con un pubblico o un interlocutore in pochissimi istanti’ </em>(pag. 20). In quest’ottica, nella conversazione è sempre fondamentale una <em>coralità</em> di tutti gli elementi, un concetto da tenere presente soprattutto nelle riunioni lavorative, quando le soluzioni più visionarie nascono dalla collaborazione. Le idee si ampliano grazie alla coralità e alla pluralità del pensiero. In conclusione, la conversazione gentile presuppone l’uscita dalle dinamiche di potere e di lotta, entrando al contrario in una prospettiva di apprendimento e di scambio. ‘… <em>la conversazione… dovrebbe essere intesa come uno sport di squadra nel quale il vicendevole sostegno potrà portare alla vittoria collettiva insieme a quella individuale </em>(pag. 37).</p> <p>Briatore nel libro illustra la teoria sui colori della voce. In un’ottica di genere, sono rimasta colpita da un consiglio che dà alle donne, vittime, come spesso accade, di domande sgradite o invadenti. Secondo l’autore, in questi casi, le donne dovrebbero usare la voce dal colore nero, utile per riposizionare alla giusta distanza le persone non gradite. Nella voce dal colore nero la tonalità è lapidaria, il ritmo delle parole è sostenuto, ma prevede delle pause intense tra una parola e l’altra per offrire con più fermezza la nostra posizione. Il volume non dovrebbe mai andare oltre a quello utilizzato nella quotidianità per non far emergere agitazione, paura e rabbia. In questa prospettiva, la parola, la voce e persino il suo colore sono strumenti utili per una comunicazione inclusiva. Al contrario, lavorare con stereotipi conduce la conversazione su livelli molto bassi e, inoltre, porta a un impoverimento delle possibilità di conoscenza del mondo. <em>Leggere il mondo con la lente dello stereotipo è nocivo anche per la nostra argomentazione retorica, poiché ci conduce a esprimere concetti attraverso ‘luoghi comuni’</em> (pag. 238). Al riguardo, Briatore, con acutezza, coglie il nesso profondo fra l’utilizzazione dei pregiudizi e la creazione di capri espiatori al servizio delle personalità autoritarie. Gli stereotipi, infatti, riescono a portare dalla propria parte gli individui deboli in cerca di protezione, offrendo loro un riferimento al quale affidare le proprie sorti.</p> <p>  </p> <p><em>Daniela Appignanesi</em></p>ADBIhttp://www.adbi-online.it//newseventi/2022/05/consigli-di-lettura-come-usare-le-parole-giuste-in-qualsiasi-occasione-di-samuele-briatore.aspx2022-05-10T00:00:00Consigli di lettura: "Le ragioni del dubbio. L’arte di usare le parole" di Vera Gheno (2021 Giulio Einaudi editore s.p.a., Torino)http://www.adbi-online.it//newseventi/2022/05/consigli-di-lettura-le-ragioni-del-dubbio-l’arte-di-usare-le-parole-di-vera-gheno-(2021-giulio-einaudi-editore-spa,-torino).aspx<p>Vera Gheno riprende il discorso sul potere delle parole, allargandolo anche allo <em>scarto dalla norma, </em>cioè a tutto ciò che non è tradizione e vive ai margini della lingua ufficiale. <em>Perché è lì che le persone si mostrano davvero nella loro interezza , abbandonando le ingessature della regola </em>(pag. 8).</p> <p>L’autrice evidenzia che sono in atto mutamenti linguistici molto veloci. E per quanto un dizionario possa essere tempestivo nel recepire le modifiche, è sempre alla rincorsa di una lingua e di una società che cambiano incessantemente.</p> <p>L’aspetto che mi ha colpito di più del libro della studiosa è il concetto di <em>comunicazione generativa</em>. Con questa espressione Vera Gheno fa riferimento ad <em>un modo di scrivere e fare informazione che non vuole manipolare , non vuole esibire la propria preparazione, ma vuole costruire ponti e, sopratutto, dare</em> (pag. 90)…<em>le parole vanno scelte; sceglierle bene non è fuori dalla portata della maggior parte di noi. Certo bisogna volerle scegliere bene, voler fare questo sforzo</em> (pagg. 94-95). Il contrario di una comunicazione generativa è la lingua del potere. <em>E il potere è sfidato da ciò che non è conforme</em>. C<em>iò che non è conforme però, per quanto possa essere disprezzato a priori, rappresenta la vitalità della lingua, che è per definizione in movimento…</em></p> <p>C’è poi l’arsenale delle parole che feriscono o che offendono. Secondo Vera Gheno, l’insulto è un fatto non linguistico, non gestito dalle aree del linguaggio bensì da regioni più profonde e primitive. Le abitudini linguistiche volgari non sono soltanto il sintomo di una violenza diffusa ma sono anche lo strumento attraverso il quale quella violenza continua a diffondersi. Una questione strettamente connessa al linguaggio discriminatorio è quello che la studiosa chiama il <em>maschile sovraesteso</em>. Vera Gheno manifesta un disagio legato al fatto che l’italiano è una lingua con genere grammaticale maschile e femminile, che non prevede una sorta di genere neutro. La sociolinguista partecipa agli esperimenti in circolazione: ‘...<em>lo schwa ha per me il valore di una spilletta per far vedere che ho a cuore la questione dell’inclusività linguistica</em>’ (pag. 138).</p> <p>Vera Gheno conclude il suo libro con l’esortazione a provare l’ebbrezza della libertà di usare tutte le parole che conosciamo. Il suo è un invito a <em>pensare alla lingua come al territorio delle infinite possibilità piuttosto che come a una serie di recinti e steccati</em> (pag. 177). Aggiunge anche: <em>non fatelo per diventare bravi, fatelo per voi, perché la qualità della vostra vita non potrà che beneficiarne</em>. Coerentemente con il filo conduttore del testo, sottolinea dunque la concretezza delle parole, la cui gestione è una questione centrale nella vita delle persone.</p> <p>Nell’ambito delle questioni di genere la fatica della comunicazione è la vera normalità. Spesso le donne hanno trovato ostacoli nella possibilità di agire efficacemente con le proprie parole. Questa <em>ingiustizia discorsiva </em>ha depotenziato le loro rivendicazioni. Dunque, per una serena convivenza delle differenze c’è un passo da fare anche in ambito linguistico…perché <em>le parole non sono mai solo parole, ma sono veri e propri ganci verso mondi di significati, verso visioni differenti della realtà </em>(pag. 14).</p> <p>  </p> <p><em>Daniela Appignanesi</em></p>ADBIhttp://www.adbi-online.it//newseventi/2022/05/consigli-di-lettura-le-ragioni-del-dubbio-l’arte-di-usare-le-parole-di-vera-gheno-(2021-giulio-einaudi-editore-spa,-torino).aspx2022-05-10T00:00:00WEBINAR 29 aprile ore 13.00 su selezione del personale in ottica di genere: evento riservato a dipendenti Banca d'Italia e IVASShttp://www.adbi-online.it//area-riservata/video/2022/05/webinar-29-aprile-ore-1300-su-selezione-del-personale-in-ottica-di-genere-evento-riservato-a-dipendenti-banca-ditalia-e-ivass.aspx<p class="xxmsonormal"><em><span>Cara <strong>Socia,</strong></span></em></p> <p class="xxmsonormal"><em><span>Ti ricordiamo l’invito al seminario  “<strong>Scegliere con saggezza: discriminazione ed efficacia delle procedure di selezione in Banca d’Italia</strong>” a cura di <strong>Santiago </strong></span></em><strong><em><span>Pereda Fernandez</span></em></strong><em><span> (Banca d’Italia, Servizio Struttura economica), che si terrà on line <strong>oggi,</strong> <strong>29 aprile alle ore 13:00 </strong>(in calce link Webex).</span></em></p> <p class="xxmsonormal"><em><span>Al seminario interverrà con un saluto iniziale Valeria Sannucci, ex Vice Direttrice Generale e socia ADBI.</span></em></p> <p class="xxmsonormal"><em><span>È un tema che riguarda tutte noi in prima persona e sul quale tutte siamo chiamate a dare il nostro contributo per il raggiungimento di un’effettiva parità di genere nei nostri percorsi di carriera.</span></em> <em><span>Per questo motivo nel corso del seminario sarà possibile anche condividere con l’autore e con i partecipanti riflessioni e suggerimenti sui risultati raggiunti e sulla strada ancora da percorrere.</span></em></p> <p class="xxmsonormal"><em><span> REGISTRAZIONE DELL'EVENTO:</span></em></p> <p class="xxmsonormal"><iframe width="450" height="315" src="https://www.youtube.com/embed/OmJwC1AFlcs" title="YouTube video player" frameborder="0" allow="accelerometer; autoplay; clipboard-write; encrypted-media; gyroscope; picture-in-picture" allowfullscreen=""></iframe> </p>ADBIhttp://www.adbi-online.it//area-riservata/video/2022/05/webinar-29-aprile-ore-1300-su-selezione-del-personale-in-ottica-di-genere-evento-riservato-a-dipendenti-banca-ditalia-e-ivass.aspx2022-05-05T00:00:00ADBI PARTECIPA ALLA RACE FOR THE CURE 2022http://www.adbi-online.it//newseventi/2022/05/adbi-partecipa-alla-race-for-the-cure-2022.aspx<p>Per la Race for the cure di Roma, ADBI ha creato una squadra ad hoc, capitanata dalla consigliera Alessandra Bacà.</p> <p>Se riesci ad unirti a noi l’8 maggio, sarà una bella occasione di incontro!</p> <p>Alla squadra possono iscriversi anche tue amiche/colleghe/colleghi interessati a sostenere la causa!</p> <p>In ogni caso ti invitiamo a sostenere la causa iscrivendoti alla race online.</p> <p>Qui trovi il   <a href="https://www.raceforthecure.it/race/team/15/detail/2969"><strong>link</strong></a>   per accedere direttamente alla scheda della nostra squadra.</p> <p>La tua iscrizione è una donazione ai progetti di Komen Italia per la salute delle donne, contiamo sulla tua partecipazione!</p> <p>ADBI dedica la nostra <em>race</em> alle donne ucraine, vittime di una violenza assurda e  crudele.</p> <p><em>Corriamo</em> al fianco delle nostre sorelle ucraine, che in questo ingiustificabile conflitto pagano un prezzo altissimo.</p> <p> </p> <p>Il CD ADBI</p> <p> </p>ADBIhttp://www.adbi-online.it//newseventi/2022/05/adbi-partecipa-alla-race-for-the-cure-2022.aspx2022-05-03T00:00:00WEBINAR 29 aprile ore 13.00 su selezione del personale in ottica di genere: evento riservato a dipendenti Banca d'Italia e IVASShttp://www.adbi-online.it//newseventi/2022/04/webinar-29-aprile-ore-1300-su-selezione-del-personale-in-ottica-di-genere-evento-riservato-a-dipendenti-banca-ditalia-e-ivass.aspx<p class="xxmsonormal"><em><span>Cara <strong>Socia,</strong></span></em></p> <p class="xxmsonormal"><em><span>Ti ricordiamo l’invito al seminario  “<strong>Scegliere con saggezza: discriminazione ed efficacia delle procedure di selezione in Banca d’Italia</strong>” a cura di <strong>Santiago </strong></span></em><strong><em><span>Pereda Fernandez</span></em></strong><em><span> (Banca d’Italia, Servizio Struttura economica), che si terrà on line <strong>oggi,</strong> <strong>29 aprile alle ore 13:00 </strong>(in calce link Webex).</span></em></p> <p class="xxmsonormal"><em><span> </span></em></p> <p class="xxmsonormal"><em><span>Al seminario interverrà con un saluto iniziale Valeria Sannucci, ex Vice Direttrice Generale e socia ADBI.</span></em></p> <p class="xxmsonormal"><em><span>È un tema che riguarda tutte noi in prima persona e sul quale tutte siamo chiamate a dare il nostro contributo per il raggiungimento di un’effettiva parità di genere nei nostri percorsi di carriera.</span></em> <em><span>Per questo motivo nel corso del seminario sarà possibile anche condividere con l’autore e con i partecipanti riflessioni e suggerimenti sui risultati raggiunti e sulla strada ancora da percorrere.</span></em><em> </em></p> <p class="xxmsonormal"><strong><em><span>Ti  invitiamo a partecipare e a diffondere il presente invito ESCLUSIVAMENTE ai tuoi colleghi e alle tue colleghe.</span></em></strong></p> <p class="xxmsonormal"> </p> <p class="xxmsonormal">_____________________________________ </p> <p class="xxmsonormal"> </p> <p class="xxmsonormal"><strong><em><span><span>La registrazione dell’evento, chiuso al pubblico, è disponibile<span class="Apple-converted-space"> </span><a href="/area-riservata/video/2022/05/webinar-29-aprile-ore-1300-su-selezione-del-personale-in-ottica-di-genere-evento-riservato-a-dipendenti-banca-ditalia-e-ivass.aspx" target="_blank" title="WEBINAR 29 aprile ore 13.00 su selezione del personale in ottica di genere: evento riservato a dipendenti Banca d'Italia e IVASS"><span style="text-decoration: underline;">nell’area riservata alle socie.</span></a></span></span></em></strong></p>ADBIhttp://www.adbi-online.it//newseventi/2022/04/webinar-29-aprile-ore-1300-su-selezione-del-personale-in-ottica-di-genere-evento-riservato-a-dipendenti-banca-ditalia-e-ivass.aspx2022-04-29T00:00:00La comunicazione inclusiva e la parità di genere: l’importanza delle parole – Materiale e registrazionehttp://www.adbi-online.it//newseventi/2022/03/la-comunicazione-inclusiva-e-la-parità-di-genere-l’importanza-delle-parole-–-materiale-e-registrazione.aspx<p>Per l’8 marzo ADBI ha organizzato un incontro sul linguaggio di genere che ha visto la partecipazione di oltre 90 partecipanti.</p> <p>La Presidente ADBI, <strong>Gioia Guarini</strong>, ha aperto l’evento rivolgendo un pensiero ai popoli - soprattutto alle donne - colpiti dalla guerra e riflettendo sui motivi per cui, anche oggi in questa situazione difficile, è importante parlare di parità di genere. Un piccolo contributo dell’associazione per il giorno internazionale della donna è quello di contribuire al cambiamento culturale necessario per raggiungere la parità di genere, per una società più giusta e, dunque, anche più pacifica. Il seminario affronta il tema del ruolo che il linguaggio ha nel perseguire la parità di genere: ma ha ancora senso, oggi, parlare di parità di genere? Purtroppo sì perché ancora esistono nel mondo difformità nell’accesso delle donne alla vita economica e politica.</p> <p>La <strong>Vice Direttrice Generale,</strong> <strong>Avv.</strong> <strong>Alessandra Perrazzelli</strong>, nel suo intervento ha voluto sottolineare l’importanza delle parole come espressione di uno stile di <em>leadership</em>. La <em>leadership</em> inizia infatti da quello che creiamo attraverso la comunicazione e da come ci rivolgiamo agli altri. In questa situazione di conflitto è ancora più importante parlare di linguaggio e di <em>leadership</em> perché una donna non avrebbe mai dato inizio conflitto: le donne imparano nel tempo a calibrare e a dosare le parole e ad adottare uno stile di leadership diverso da quello maschile. L’esperienza delle donne che sono arrivate al vertice della Banca d’Italia, come la d.ssa Tarantola e la dossa Sannucci, ci insegna che questa qualità è il risultato di tanta fatica. L’autorevolezza e la gentilezza sono elementi portanti della nostra comunicazione: unica via per vivere in pace, riconoscendo la fragilità della democrazia e della pace.</p> <p>La <strong>Direttrice Generale,</strong> <strong>dott.ssa</strong> <strong>Annamaria Tarantola</strong> ha rivolto ai partecipanti due auspici: il primo che la guerra in corso termini presto, il secondo che l’8 marzo sia una ricorrenza per ricordare le gioie, le soddisfazioni e le fatiche compiute dalle donne per raggiungere importanti risultati e non solo per ricordare tristi. La comunicazione è un tema fondamentale; essa può essere un fattore di discriminazione con effetti psicologici importanti, anche anticamera della violenza fisica. Sebbene possa sembrare banale, l’uso dei termini al maschile può essere una forma di discriminazione così come le immagini possono essere una forma di violenza ancora più subdola, se spingono a identificare le donne con i loro corpi. A tal proposito la dott.ssa Tarantola ha lanciato la proposta all’ADBI di organizzare un seminario sull’immagine. Le discriminazioni implicite portano ad escludere le donne dalla scena politica ed economica,  (nessuna donna partecipa alle negoziati di pace in corso): la riduzione delle differenze è la modalità attraverso cui realizziamo un mondo inclusivo e diffondiamo l’attitudine a perseguire il bene comune e ad averne cura.</p> <p>Nell’introdurre l’intervento della socia e ambassador <strong>Alessandra Giammarco</strong>, la Presidente ha ricordato la che nel 2016 l’ADBI sollecitò la Banca ad adottare  un linguaggio inclusivo nella propria comunicazione interna ed esterna per <strong>il riconoscimento professionale delle donne e la valorizzazione del loro contributo in Banca;</strong> La declinazione al femminile delle qualifiche professionali introdotta è il risultato dello stimolo di ADBI in questa direzione. Più di recente la Banca d’Italia nel manuale di norme redazionali ha inserito una parte relativa al tema del linguaggio di genere. </p> <p>Alessandra Giammarco, collega della divisione Biblioteca del Servizio Studi e struttura economica, ha ricordato come nel tempo la Banca abbia aumentato l’attenzione al tema della parità di genere. L’appendice dedicata al linguaggio di genere, introdotta nel vademecum, rappresenta un ulteriore passo in questa direzione. L’appendice propone alcuni accorgimenti come il superamento del maschile inclusivo, l’uso di termini neutrali (ad es. compagine dei dipendenti) o la declinazione al femminile di alcuni termini tipicamente usati al maschile (la titolare invece del titolare); alcuni aspetti sembrano ininfluenti, ad esempio l’uso dell’articolo davanti al nome delle donne, ma sono importanti.</p> <p>Il galateo è molto diverso e più profondo rispetto a come oggi viene inteso. Il <strong>Prof. Samuele Briatore</strong>, docente della materia e Presidente dell’Accademia Italiana Galateo, ha parlato del galateo come un insieme di regole di comportamento, ma anche di principi etici, che risalgono al 1500 per opera di un uomo di Chiesa, Monsignor Della Casa. Nel corso del tempo l’accezione del galateo è stata modificata dagli uomini per indirizzare le scelte delle donne e per riportare la donna a fare “l’angelo del focolare”, quando dopo la prima guerra mondiale aveva iniziato a uscire di casa. Ai nostri giorni, il galateo deve perdere alcune parti per aggiungerne di nuove: dietro alcuni gesti galanti si nascondono spesso retaggi culturali che vanno superati, come quello di pagare per la donna, perché non sapeva contare e non poteva amministrare i propri soldi. È fondamentale che i gesti e le parole che usiamo cambino e si evolvano per rispecchiare la società in cui viviamo.</p> <p>Il cambiamento passa anche attraverso la costruzione di un contesto costruttivo e rispettoso e le parole ne costituiscono il presupposto perché modificano il modo di pensare, come ha sottolineato la <strong>dott.sa Lucilla Bottecchia</strong>, psicoterapeuta esperta della tematica di genere. Il nostro cervello infatti è abituato a pensare per schemi mentali; gli schemi di genere - associare l’uomo alla forza, alla capacità manuale, la donna alla grazia, alla gentilezza e all’empatia - rischiano di intrappolare il nostro modo di pensare e dunque di agire, non solo delle donne. La segregazione dei generi può nuocere anche agli uomini quando essi non rispecchiano i canoni della società. In questo contesto il linguaggio può fare tanto per abbattere le barriere perché l’uso di un termine al femminile, ad esempio di una professione, rende qualcosa potenzialmente accessibile a tutti, anche alle donne.</p> <p>Ma le parole sono davvero più importanti dei fatti? <strong>La Prof.ssa Vera Gheno</strong>, sociolinguista specializzata in comunicazione digitale, ha spiegato che parole e fatti non sono in contrapposizione, ma sono intrecciati in maniera inscindibile. Il caso più eclatante è quello della prima donna laureata in giurisprudenza nell’800, -Lidia Poët (Perrero, 26 agosto 1855 – Diano Marina, 25 febbraio 1949) la cui iscrizione all’ordine degli avvocati era stata rifiutata anche perché non esisteva il termine avvocato al femminile (l’assenza del nome sembrava giustificare il dato di fatto di avere solo avvocati uomini, da qui l’importanza delle parole). Lei fece ricorso è divenne la prima donna iscritta all’Ordine degli Avvocati. Bisogna abituarsi a pensare che il genere maschile delle parole è prevalente perché è stato sempre il genere più rappresentato: tutto è a misura di uomo, i treni, le città; questa concezione androcentrica fa sentire le donne ospiti e per eliminare questo effetto il linguaggio serve. Spesso non pensiamo che le nostre scelte individuali possano influire sulla società, ma cambiando i nostri costumi linguistici possiamo fare la differenza.</p> <p>Nel corso della <strong>tavola rotonda</strong> sono emersi spunti interessanti: le parole sono importanti anche per non discriminare altri portatori di diversità, usare l’accortezza di chiedere loro quale sia il termine che preferiscono per esprimere tale diversità è una forma di rispetto e di inclusione; il galateo di genere evolverà sotto diversi aspetti anche in relazione alle persone LGBT ed è importante che si cominci a parlare anche di donne omossessuali e non solo di uomini; il ruolo delle donne è cambiato nella società ma quello degli uomini sembra ancora essere fermo al maschio alfa; è importante che gli uomini trovino una nuova dimensione, che non deve essere univoca, perché, così come è vero che non c’è un solo tipo di donna, è altrettanto vero non c’è un tipo solo di uomo. In questo processo di cambiamento il linguaggio nelle aziende sta assumendo un ruolo importante per la D&amp;I.</p> <p> </p> <p>Ecco alcuni suggerimenti di lettura citati nella tavola rotonda:</p> <p><img width="85" height="119" src="/media/344135/image001-2_85x119.jpg" alt="Image 001-2"/><img width="83" height="119" src="/media/344134/image002-1_83x119.jpg" alt="Image 002-1"/> <img width="81" height="119" src="/media/344136/image003-3_81x119.jpg" alt="Image 003-3"/><img width="79" height="118" src="/media/344137/image004-2_79x118.jpg" alt="Image 004-2"/></p> <p>-          L’architettrice: il libro di M. Mazzucco <em>[e la mostra a Roma a galleria Corsini: Plautilla Bricci pittrice e architettrice]</em></p> <p>-          Per soli uomini. Il maschilismo dei dati, dalla ricerca scientifica al design di E. Griglié e G. Romeo</p> <p>-          Linee guida per l'uso di un linguaggio - Agenzia delle Entrate</p> <p>-          Il tuffatore. Elena Stancanelli racconta la parabola di Raul Gardini come il romanzo di una generazione scomparsa, fatta di uomini sconfitti dalla storia</p> <p> </p>ADBIhttp://www.adbi-online.it//newseventi/2022/03/la-comunicazione-inclusiva-e-la-parità-di-genere-l’importanza-delle-parole-–-materiale-e-registrazione.aspx2022-03-23T00:00:00SAVE THE DATE: Il prossimo 8 marzo ADBI organizza alle 18:00 una tavola rotonda su La comunicazione inclusiva e la parità di genere: l’importanza delle parole.http://www.adbi-online.it//newseventi/2022/03/save-the-date-il-prossimo-8-marzo-adbi-organizza.aspx<p>SAVE THE DATE: Il prossimo 8 marzo ADBI organizza alle 18:00 una tavola rotonda su “<strong><em>La comunicazione inclusiva e la parità di genere: l’importanza delle parole.”. </em></strong>L’evento è organizzato in occasione della Festa della Donna, per porre l’attenzione sull’uso del linguaggio come strumento inclusivo di comunicazione per il raggiungimento di una piena parità di genere.</p> <p><span>Apriranno i lavori l’Avv. Alessandra Perrazzelli e la D.ssa Anna Maria Tarantola</span></p> <p><span class="SpellE">Interverrano</span>:</p> <p><strong>Samuele Briatore, Presidente dell’Accademia Italiana Galateo</strong></p> <p><strong>Lucilla Bottecchia, Psicoterapeuta e Partner di <span class="SpellE"><em>Wise</em></span><em> <span class="SpellE">Growth</span>  </em>    </strong></p> <p><strong>Vera <span class="SpellE">Gheno</span>, Sociolinguista e Ricercatrice presso l’Università di Firenze</strong></p> <p>In allegato il link <span class="SpellE">webex</span> per il collegamento,</p> <p>Ti aspettiamo!</p> <p><em>Il CD ADBI</em></p>ADBIhttp://www.adbi-online.it//newseventi/2022/03/save-the-date-il-prossimo-8-marzo-adbi-organizza.aspx2022-03-02T00:00:00Verbale della riunione del 2 marzo del Comitato di Coordinamento Territoriale del Laziohttp://www.adbi-online.it//area-riservata/verbali-inclusione-donna/2022/03/verbale-della-riunione-del-2-marzo-del-comitato-di-coordinamento-territoriale-del-lazio.aspx<p>Ciao a tutte,</p> <p>in allegato trovate il v<span>erbale della riunione del 2 marzo del<span class="Apple-converted-space"> </span></span><span>Comitato di Coordinamento Territoriale del Lazio.</span></p>ADBIhttp://www.adbi-online.it//area-riservata/verbali-inclusione-donna/2022/03/verbale-della-riunione-del-2-marzo-del-comitato-di-coordinamento-territoriale-del-lazio.aspx2022-03-02T00:00:00verbale del CD del 17 febbraio 2022http://www.adbi-online.it//area-riservata/verbali-cd/2022/02/verbale-del-cd-del-17-febbraio-2022.aspx<div class="page" title="Page 1"> <div class="layoutArea"> <div class="column"> <p><span>Alle ore 13.00 si è riunito il Consiglio Direttivo di ADBI. </span></p> <p><span>Presenti: Gioia Guarini, Lucia Tommasiello, Lucia Petrolini, Rossana Mangiapane, Daniela Appignanesi, Emanuela Atripaldi, Alessandra Bacà. </span></p> <p><span>Ordine del giorno </span></p> <p><span>1. Approvazione verbale ultima riunione del 20 gennaio<br /> 2. Delibera cambio </span><span>sede dell’Associazione<br /> 3. Delibera di associazione dell’ADBI alla Rete per la Parità<br /> </span><span>4. Evento 8 marzo: aggiornamenti relatori, scaletta, volantino, webex, inviti 5. Rete Ambassador incontro settimana prossima su:<br /> 6. Varie ed eventuali </span></p> </div> </div> </div>ADBIhttp://www.adbi-online.it//area-riservata/verbali-cd/2022/02/verbale-del-cd-del-17-febbraio-2022.aspx2022-02-17T00:00:00Magda Bianco nel nuovo Comitato scientifico consultivo della Scuola Nazionale dell'Amministrazionehttp://www.adbi-online.it//newseventi/2022/02/magda-bianco-nel-nuovo-comitato-scientifico-consultivo-della-scuola-nazionale-dellamministrazione.aspx<p>Con grande soddisfazione abbiamo appreso la notizia della nomina del nuovo comitato scientifico della SNA, presieduto da Paola Severino e composto da dieci personalità di riconosciuto prestigio, cinque uomini e cinque donne, fra le quali la nostra socia <strong>Magda Bianco</strong>, capo Dipartimento Tutela della clientela ed educazione finanziaria della Banca d’Italia.</p> <p>La scuola riparte nel segno dell'eccellenza con dieci profili di alto livello, compresi tre premi Nobel che accompagneranno la Scuola nel suo percorso di rilancio, anche favorendo il raccordo con le attività formative di istituti di alta formazione, nazionali e internazionali.</p> <p>Così si è espressa Paola Severino: “Sono convinta che il comitato scientifico possa essere una delle sedi più importanti per una elevata qualificazione dei complessi compiti di selezione, formazione e ricerca di cui la Sna è destinataria…sono rimasta colpita per l’entusiasmo con cui hanno accolto il mio invito”.</p> <p>La SNA è un’istituzione fondata nel 1957 nell’ambito della Presidenza del Consiglio, con la <em>mission</em> di selezionare, reclutare e formare funzionari e dirigenti pubblici. La SNA ora ha gli strumenti per tornare a essere il catalizzatore della migliore cultura di governo. La nuova composizione del Comitato è la seguente: Magda Bianco, capo Dipartimento Tutela della clientela ed educazione finanziaria della Banca d’Italia,</p> <p>Maria Chiara Carrozza, presidente del Consiglio nazionale delle ricerche, Fabiola Gianotti, direttrice generale del Cern di Ginevra, Marc Lazar, professore di storia e sociologia politica e presidente della Luiss School of Government, Marco Ongaro, direttore generale European Institute of Public Administration - EIPA (Paesi Bassi), Giorgio Parisi, premio Nobel per la Fisica, Edmund S. Phelps, premio Nobel per l’Economia, Christopher Pissarides, premio Nobel per l’Economia, Lucrezia Reichlin, professore ordinario di economia alla London Business School, Linda Laura Sabbadini, direttrice della Direzione centrale per gli studi e la valorizzazione tematica nell’area delle statistiche sociali e demografiche dell’Istat.</p>ADBIhttp://www.adbi-online.it//newseventi/2022/02/magda-bianco-nel-nuovo-comitato-scientifico-consultivo-della-scuola-nazionale-dellamministrazione.aspx2022-02-15T00:00:00Newsletter Gennaio 2022http://www.adbi-online.it//area-riservata/archivio-newsletter/2022/02/newsletter-gennaio-2022.aspx<p>Cara socia, </p> <p>nella nostra prima newsletter del 2022 ripercorriamo insieme gli ultimi mesi, durante i quali è proseguita l’attività delle <em>ambassador</em> con incontri su diversi temi (il <em>gender gap</em> nel mondo analizzato dalla rete estera, il PNRR studiato in un’ottica di genere, la <em>disclosure</em> di genere nelle informazioni non finanziarie nelle banche).</p> <p>In questo inizio d’anno esprimiamo l’auspicio che sia data la giusta priorità alla predisposizione di un <strong>codice anti-molestie</strong>, che preveda una figura responsabile con adeguata competenza ed esperienza, e possibilmente esterna alla Banca e donna (<a href="https://urldefense.com/v3/__https:/caijefh.r.af.d.sendibt2.com/tr/cl/g0wCzTpHh626-tIRWo85Vcynwj4JF3hBYN3qRhL6lKnskeuMnCQ5v48RxncxIjhEHzOoVHLG_mARE6eSoK1X5hscGKQ5oYhc1wpB0LyrDZ2JXegJzXBo6WEe6nsyudcrTd2BolLxoy0qHWFanw0BUYvMauCOcWForaZQuVn8qKzNXm1vGO0bw11YklXLqByM5tsuWOOChQ7bA8nGLubvuSOHrsivHRP5mvJz9ch6LcM7fP7y-nIe6S88_p1QPHOGZUeJcJmIZdoB3UovjnEYi_tEIjq6cAt6ZknDMoXBmLNMo_jAyGjx_wGz7YUGbVYfuNIYLAuzEi3beOBB6ssATmf0TS7QgtMkeGmFWNSKQJps7yDAZY-G-eQjvJczJG1Xv4Xp__;!!DKHwpfUEEKarIw!8bdK_hJqqOSdZtBRHaN-wosN79lkjca0MucCKIJTIqk2qiEDL11r-6Svl-g50xooe-oD_6zI$" title="ADBI chiede che sia data priorità al codice anti-molestie"><span style="text-decoration: underline;">link alla lettera del 21 gennaio</span></a>).</p> <p>Buona lettura!</p> <p>Il Consiglio Direttivo</p>ADBIhttp://www.adbi-online.it//area-riservata/archivio-newsletter/2022/02/newsletter-gennaio-2022.aspx2022-02-02T00:00:00ADBI chiede che sia data priorità al codice anti-molestiehttp://www.adbi-online.it//area-riservata/documenti-riservati/2022/01/adbi-chiede-che-sia-data-priorità-al-codice-anti-molestie.aspx<div class="WordSection1"> <div> <p>Il 21 gennaio 2021 ADBI ha indirizzato al gestore delle diversità e alla CPO una lettera in cui auspica l’adozione di un codice anti molestie in tempi rapidi e che individui, in linea con le migliori prassi, una figura responsabile con adeguata competenza e esperienza, esterna alla Banca per garantire la necessaria terzietà e donna.</p> <p>In allegato il testo.</p> </div> </div>ADBIhttp://www.adbi-online.it//area-riservata/documenti-riservati/2022/01/adbi-chiede-che-sia-data-priorità-al-codice-anti-molestie.aspx2022-01-21T00:00:00Verbale CD del 20 gennaio 2022http://www.adbi-online.it//area-riservata/verbali-cd/2022/03/2022/01/verbale-cd-del-20-gennaio-2022.aspx<div class="page" title="Page 1"> <div class="layoutArea"> <div class="column"> <p><span>Alle ore 17,45 del 20 gennaio 2022 si è riunito il Consiglio Direttivo di ADBI. </span></p> <p><span>Presenti: Gioia Guarini, Lucia Tommasiello, Lucia Petrolini, Rossana Mangiapane, Daniela Appignanesi, Emanuela Atripaldi. Assente: Alessandra Bacà. </span></p> <p><span>Odg:</span></p> <div class="page" title="Page 1"> <div class="layoutArea"> <div class="column"><ol> <li><span>Approvazione ultimo verbale del 2 dicembre.</span></li> <li><span> Pianificazione eventi 2022 : Evento 8 marzo</span></li> <li><span> Posizione ADBI su azioni contro le molestie sessuali</span></li> <li><span> Avvio lavori rete ambassador nei sottogruppi identificati con le ambassador nella riunione di dicembre </span></li> <li><span>Aggiornamento da parte della Presidente delle attività delle reti Varie ed eventuali </span></li> </ol></div> </div> </div> </div> </div> </div>ADBIhttp://www.adbi-online.it//area-riservata/verbali-cd/2022/03/2022/01/verbale-cd-del-20-gennaio-2022.aspx2022-01-20T00:00:00Attività ADBI Luglio - Dicembre 2021http://www.adbi-online.it//cosafacciamo/attivita/2022/01/attività-adbi-luglio-dicembre-2021.aspx<p><span>Ecco un elenco di tutte le nostre attività svolte nel semestre da Luglio a Dicembre 2021:</span></p> <table border="0"> <tbody> <tr> <td><img width="105" height="79" src="/media/338767/untitled-design-33-_Elenco_105x79.jpg" alt="Ferragostoimmagini Agosto Buon Ferragosto 600X450"/></td> <td> <p><strong><a href="/newseventi/2021/07/resoconto-adbi-evento-11-giugno-2021-donne,-finanza-e-parit%C3%A0-di-genere,-risultati-raggiunti-e-sfide-aperte.aspx">Resoconto evento ADBI 11 Giugno 2021: Donne, finanza e Parità di genere, risultati raggiunti e sfide aperte</a></strong></p>  </td> </tr> <tr> <td><img width="107" height="86" src="/media/339107/maxresdefault-2-_Elenco.jpg" alt="Gender, Money and Finance: le differenze di genere nel mondo della finanza" class="anteprimaImg pull-left"/></td> <td>  <p><strong><a href="/newseventi/2021/07/gender,-money-and-finance-le-differenze-di-genere-nel-mondo-della-finanza.aspx">Gender, Money and Finance: le differenze di genere nel mondo della finanza</a></strong></p> </td> </tr> <tr> <td> <img width="103" height="83" src="/media/340412/pride_Elenco.jpg" alt="ADBI incontra Andrè Corterier, preminent ECB Diversity Ambassador " class="anteprimaImg pull-left"/></td> <td>  <p><strong><a href="/newseventi/2021/09/adbi-incontra-andr%C3%A8-corterier,-preminent-ecb-diversity-ambassador.aspx">ADBI incontra Andrè Corterier, preminent ECB Diversity Ambassador</a></strong></p> </td> </tr> <tr> <td> <img width="104" height="83" src="/media/340413/articolo-adbi-image001_Elenco.jpg" alt="ADBI partecipa alla Race for the Cure 2021" class="anteprimaImg pull-left"/></td> <td>  <p><strong><a href="/newseventi/2021/10/adbi-partecipa-alla-race-for-the-cure-2021.aspx">ADBI partecipa alla Race for the Cure 2021</a></strong></p> </td> </tr> <tr> <td> <img width="103" height="83" src="/media/341974/screen-shot-2021-11-23-at-143258_Elenco.jpg" alt="Donne e cultura finanziaria: diffidenza e disinteresse? Buone prassi a confronto" class="anteprimaImg pull-left"/></td> <td>  <p><strong><a href="/newseventi/2021/10/donne-e-cultura-finanziaria-diffidenza-e-disinteresse-buone-prassi-a-confronto.aspx">Donne e cultura finanziaria: diffidenza e disinteresse? Buone prassi a confronto</a></strong></p> </td> </tr> <tr> <td> <img width="101" height="81" src="/media/340415/finanza_Elenco.jpg" alt="ADBI segnala due webinar che riguardano la diversità di genere" class="anteprimaImg pull-left"/></td> <td> <p><strong><a href="/newseventi/2021/10/adbi-segnala-due-webinar-che-riguardano-la-diversit%C3%A0-di-genere.aspx">ADBI segnala due webinar che riguardano la diversità di genere</a></strong></p>  </td> </tr> <tr> <td><img width="103" height="83" src="/media/342077/summit-2-_Elenco.jpg" alt="ADBI partecipa al webinar Pratica la gentilezza: parole e azioni per un mondo non violento." class="anteprimaImg pull-left"/></td> <td>  <p><strong><a href="/newseventi/2021/12/2021/11/adbi-partecipa-al-webinar-pratica-la-gentilezza-parole-e-azioni-per-un-mondo-non-violento.aspx">ADBI partecipa al webinar Pratica la gentilezza: parole e azioni per un mondo non violento.</a></strong></p> </td> </tr> <tr> <td> <img width="100" height="80" src="/media/342073/263609437_3060542297540298_7227239374003452305_n_Elenco.jpg" alt="ADBI partecipa alla conferenza Care against trafficking di Talitha Kum" class="anteprimaImg pull-left"/></td> <td>  <p><strong><a href="/newseventi/2021/12/2021/11/adbi-partecipa-alla-conferenza-care-against-trafficking-di-talitha-kum.aspx">ADBI partecipa alla conferenza Care against trafficking di Talitha Kum</a></strong></p> </td> </tr> <tr> <td> <img width="107" height="51" src="/media/342075/summit-1-_HomeEvidenza.jpg" alt="Christmas Party 17 dicembre 2021 - Registrazione e Materiale" class="media-object pull-left"/></td> <td> <p><strong><a href="/newseventi/2021/12/christmas-party-17-dicembre-2021.aspx" title="Christmas Party 17 dicembre 2021 - Registrazione e Materiale">Christmas Party 17 dicembre 2021 - Registrazione e Materiale</a></strong></p> </td> </tr> </tbody> </table>ADBIhttp://www.adbi-online.it//cosafacciamo/attivita/2022/01/attività-adbi-luglio-dicembre-2021.aspx2022-01-01T00:00:00Christmas Party 17 dicembre 2021 - Registrazione e Materialehttp://www.adbi-online.it//newseventi/2021/12/christmas-party-17-dicembre-2021.aspx<p><em>Cara <strong>socia</strong>,</em></p> <p><em>con molto piacere ti invitiamo all’usuale momento associativo natalizio ADBI che si terrà  <strong>il 17 dicembre prossimo dalle 13.00 alle 14.00</strong>.</em></p> <p><em>Date le attuali condizioni pandemiche, anche quest’anno l’evento sarà online, via webex,.</em></p> <p><em>Sarà l’occasione di ripercorrere insieme il percorso avviato nell’anno, parlare dei nuovi progetti e avere un momento di condivisione, anche se virtuale.</em><em> </em></p> <p><em>Parteciperanno all’evento Martina Rogato, Sherpa del Women 20 e rappresentanti delle associazioni che ADBI ha deciso di sostenere: Fondazione Pangea Onlus, impegnata in iniziative progettuali in favore delle donne dell’Afghanistan; “Talitha Kum”, associazione contro la tratta di esseri umani ; Cerchi d’Acqua, una cooperativa sociale che gestisce un centro antiviolenza a Milano.  </em></p> <p><strong><em>Partecipa e invita una collega</em></strong><em>: La tua partecipazione è importante! Quest’anno sarà possibile invitare anche colleghe non socie, alle quali ADBI regalerà il primo anno di iscrizione. Segnala la collega con una mail ad <a href="mailto:adbi@bancaditalia.it">adbi@bancaditalia.it</a> entro il 17 mattina e  ADBI le abbonerà il primo anno di iscrizione! Questo invito è rivolto soprattutto alle colleghe che ancora non ci conoscono  e alle colleghe dell’IVASS che, grazie alle recenti modifiche statutarie, ora possono entrare nell’associazione. Con la rete di ambassador stiamo organizzando degli incontri nel primo trimestre del prossimo anno ma intanto questa può essere una prima occasione utile!</em></p> <p><em>Ti aspettiamo!</em></p> <p><strong>Gioia G., Lucia T., Daniela A., Emanuela A., Alessandra B., Rossana M. e Lucia P.</strong></p> <p> <img width="75" height="75" src="/media/342071/image002999_75x75.jpg" alt="Image002999"/><img width="233" height="59" src="/media/342072/logo-ADBI_233x59.jpg" alt="Logo ADBI"/></p>ADBIhttp://www.adbi-online.it//newseventi/2021/12/christmas-party-17-dicembre-2021.aspx2021-12-15T00:00:00Verbale CD del 2 Dicembre 2021http://www.adbi-online.it//area-riservata/verbali-cd/2021/12/verbale-cd-del-2-dicembre-2021.aspx<p>Oggi, 2 dicembre 2021, alle ore 13.30 si è riunito il CD dell’Associazione. Presenti: Gioia Guarini, Daniela Appignanesi e Alessandra Bacà. Assenti: Lucia Tommasiello, Lucia Petrolini, Emanuela Atripaldi, Rossana Mangiapane.</p> <p>Ordine del giorno:</p> <ol> <li>La Presidente riporta della plenaria di Inclusione donna</li> <li>Organizzazione dell’evento natalizio</li> <li>Verifica dell’elenco socie</li> <li>Codice Antimolestie</li> <li>Iniziative per il prossimo anno</li> </ol>ADBIhttp://www.adbi-online.it//area-riservata/verbali-cd/2021/12/verbale-cd-del-2-dicembre-2021.aspx2021-12-02T00:00:00ADBI partecipa alla conferenza Care against trafficking di Talitha Kumhttp://www.adbi-online.it//newseventi/2021/12/2021/11/adbi-partecipa-alla-conferenza-care-against-trafficking-di-talitha-kum.aspx<p>Il 25 novembre ADBI ha partecipato ad un convegno organizzato da TalithaKum, rete mondiale contro la tratta delle persone, insieme a UISG e Global Solidarity Fund. Dopo gli interventi della Presidente dell’Unione Internazionale delle Superiore Generali (UISG) e del Cardinal Parolin, Segretario di Stato della Santa Sede, la dssa Maria Grazia Giammarinaro ha fornito elementi di contesto illustrando un rapporto delle Nazioni Unite sul traffico di persone. Poi la tavola rotonda è stata avviata da Suor Gabriella Bottani, coordinatrice internazionale di Talitha Kum.</p> <p>La tavola rotonda, alla quale hanno partecipato alcune delle coordinatrice regionali della rete, ha riguardato la giustizia per i superstiti, l’empowerment femminile, i percorsi migratori legali e l’economia della cura locale. Dai vari interventi è emerso <strong>un preoccupante aumento di violenza contro donne e bambine durante la pandemia</strong>, in cui sono divenuti più difficili la tutela dei diritti umani e l’accesso all’assistenza sanitaria. In questo contesto, dal dolore delle vittime prende forza una chiamata all’azione (<strong>call to action</strong>) per smantellare la tratta e lo sfruttamento delle persone. La chiamata è rivolta a tutti e si fonda su quattro azioni: curare, guarire, empower, rigenerare. È necessario garantire accesso alla giustizia e fornire adeguata assistenza (psicologica, sanitaria e legale), contrastare il divario di potere tra uomini e donne in tutti i settori con un adeguato empowering di donne e bambine, prevedere corridoi migratori legali e sicuri, promuovere un’economia della cura.</p> <p>Pietro Sebastiani, Ambasciatore italiano presso la Santa Sede nel suo intervento ha sottolineato l’importanza della cooperazione internazionale dello sviluppo, non solo pubblica, ed ha citato la buona prassi italiana dei corridoi umanitari, che prevedono un ingresso legale con visto umanitario e la possibilità di presentare successivamente la domanda di asilo. Suor Maria Luisa Puglisi, coordinatrice per l’Europa, ha sottolineato comepercorsi migratori sicuri e  condizioni eque nel mercato del lavoro siano condizioni necessarie per prevenire che donne e bambine cadano nelle emani di trafficanti. La Prof.ssa Azza Karam Segretaria Generale di <em>Religions for peace</em> ha sottolineato l’importanza di una mobilitazione globale, da parte di tutti i leader, contro la tratta. Solo con la partecipazione di tutti gli attori in gioco potrà essere estirpata una piaga sociale quale la tratta di esseri umani. Per ulteriori informazioni: <a href="https://www.talithakum.info/">https://www.talithakum.info/</a></p> <p><br /><br />Gioia Guarini<br /><span> </span><img width="75" height="75" src="/media/342071/image002999_75x75.jpg" alt="Image002999"/><img width="233" height="59" src="/media/342072/logo-ADBI_233x59.jpg" alt="Logo ADBI"/></p>ADBIhttp://www.adbi-online.it//newseventi/2021/12/2021/11/adbi-partecipa-alla-conferenza-care-against-trafficking-di-talitha-kum.aspx2021-11-30T00:00:00ADBI partecipa al webinar Pratica la gentilezza: parole e azioni per un mondo non violento.http://www.adbi-online.it//newseventi/2021/12/2021/11/adbi-partecipa-al-webinar-pratica-la-gentilezza-parole-e-azioni-per-un-mondo-non-violento.aspx<p>Il 25 novembre Hermes Consulting e NTT Data hanno organizzato un webinar sulla <strong>gentilezza come strumento per contrastare la violenza di genere</strong>. Nel corso dell’evento è stata anche presentata l’iniziativa Donne xStrada campagna per la sicurezza sociale delle donne, nata negli ultimi mesi in seguito al femminicidio di Sarah Everard a Londra, e che sta riscuotendo un elevato gradimento, offrendo sostegno alle donne che camminano da sole.</p> <p>Sul tema della giornata, le relatrici hanno posto in evidenza come la violenza di genere trovi un terreno fertile negli stereotipi culturali sessisti che si riflettono anche nel linguaggio. Tali stereotipi puntano a screditare le donne, con l’effetto potenziale di ridurre l’autostima delle donne fino ad annullarla e, nei casi peggiori, a portarle a scegliere uomini che le squalificano o, peggio, sono violenti.</p> <p>Scardinare gli sterotipi culturali può essere una liberazione anche per gli uomini: scardinare l’equazione “massa muscolare = potere” libera i ragazzi dall’obbligo di essere forti, che è poi legato alla violenza. Educhiamo i maschi sin da bambini all’empatia, consideriamo potenti gli uomini che curano, non quelli che ammazzano tutti; la persona adulta equilibrata è colui che si prende cura: non è roba da femmine prendersi cura. I ragazzi non sono predatori, le ragazze non sono prede. No è no. Accettare la libertà dell’altro, ricevere rifiuti. Si può ascoltare negoziare, collaborare. Tutte e tutti noi possiamo essere potenti strumenti di cambiamento.</p> <p>Per praticare la gentilezza sono stati indicati 4 “petali”:</p> <ul> <li>scrivi una frase che pensi verso una amica figlia, madre e osserva se contiene elementi sessisti;</li> <li>usa parole di valore, scegli parole che rispettino valori profondi. Riformula la frase 1 se c’erano elementi sessisti e degradanti;</li> <li>diventa ambasciatrice o ambasciatore di gentilezza. Scrivi verso chi vorresti esprimere queste parole di gentilezza;</li> <li>allenati e agisci.</li> </ul> <p>In conclusione, nel webinar è arrivato l’invito a adottare la gentilezza come nuova abitudine o, come disse Anne Herbert, “<em>Praticate gentilezza a casaccio e atti di bellezza privi di senso</em>”.</p> <p><img width="75" height="75" src="/media/342071/image002999_75x75.jpg" alt="Image002999"/><img width="233" height="59" src="/media/342072/logo-ADBI_233x59.jpg" alt="Logo ADBI"/></p>ADBIhttp://www.adbi-online.it//newseventi/2021/12/2021/11/adbi-partecipa-al-webinar-pratica-la-gentilezza-parole-e-azioni-per-un-mondo-non-violento.aspx2021-11-30T00:00:00Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne: DICIAMO BASTA ALLA VIOLENZA ORA!http://www.adbi-online.it//newseventi/2021/11/giornata-internazionale-contro-la-violenza-sulle-donne-diciamo-basta-alla-violenza-ora!.aspx<p><span style="color: #ff6600;"><strong>GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE: DICIAMO BASTA ALLA VIOLENZA ORA!</strong></span></p> <p>Care socie, il 25 novembre ricorre la <strong>Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne</strong>,  istituita dall’ONU per invitare governi, organizzazioni internazionali, ONG e tutti gli attori della società civile a sensibilizzare l'opinione pubblica su questo tema e a promuovere azioni fattive contro la violenza sulle donne. Anche quest’anno ADBI aderisce e sostiene la campagna globale ONU per il 2021, il cui tema è "<em>ORANGE THE WORLD</em>: PORRE FINE ALLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE ORA!”, utilizzando nelle proprie comunicazioni il COLORE ARANCIONE - simbolo di un futuro senza violenza di genere - ed il logo della campagna Onu, invitando tutte le associate a fare lo stesso.</p> <p>La violenza sulle donne è stata definita dall’Organizzazione per le Nazioni Unite “un flagello mondiale” a causa della sua diffusione in tutti i Paesi compresa l’Italia. Gli aggressori appartengono a tutte le classi e compiono abusi psicologici, fisici e sessuali, sul lavoro, in famiglia e in qualsiasi altro posto vengano a contatto con le donne. <a style="color: orange;" href="https://urldefense.com/v3/__https:/www.istat.it/it/violenza-sulle-donne/il-fenomeno/violenza-dentro-e-fuori-la-famiglia/numero-delle-vittime-e-forme-di-violenza__;!!DKHwpfUEEKarIw!8p63DdGq7OngxV5jqWLrQwbOmujNsAxmxb752LxnKRYxE_Ks1UxeR_H6V0dSX5-rnJ2E7uLh$">Essa</a> ha <a style="color: orange;" href="https://urldefense.com/v3/__http:/www.salute.gov.it/portale/donna/dettaglioContenutiDonna.jsp?lingua=italiano&amp;id=4498&amp;area=Salute*donna&amp;menu=societa__;Kw!!DKHwpfUEEKarIw!8p63DdGq7OngxV5jqWLrQwbOmujNsAxmxb752LxnKRYxE_Ks1UxeR_H6V0dSX5-rnNIGY9lB$">effetti devastanti</a> sulla vita delle vittime, in termini di danni fisici e psicologici, tra cui il venir meno dell’autostima e dell’assertività, condizioni primarie per la serenità della persona ed il suo benessere, anche all’interno della nostra società. Per combattere qualsiasi forma di violenza, oltre alle leggi, servono adeguate forme di prevenzione e di educazione.</p> <p>L’attuale crisi pandemica ha ulteriormente acuito la gravità del fenomeno, poiché ha reso ancor più fragili le fasce di popolazione già deboli e, al contempo, ha fatto registrare, nei periodi di <em>lockdown</em>, un aumento dei casi di violenza contro le donne.</p> <p><strong>Lo stato attuale dei contagi rende più difficile riunirci fisicamente, ma nel condannare fermamente tutte le forme di violenza di genere, vogliamo ricordarne le vittime, purtroppo sempre più numerose, e stringerci idealmente intorno a tutte le donne che in questo momento stanno convivendo con la paura e il dolore.</strong> A tal riguardo, in Italia, ricordiamo il numero telefonico unico <a style="color: orange;" href="https://urldefense.com/v3/__https:/www.1522.eu/__;!!DKHwpfUEEKarIw!8p63DdGq7OngxV5jqWLrQwbOmujNsAxmxb752LxnKRYxE_Ks1UxeR_H6V0dSX5-rnBa5FOo0$">1522</a> a sostegno delle vittime di violenza e <em>stalking</em>, servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità.</p> <p>In occasione di questa giornata <strong>Palazzo Koch, il CDM e alcune filiali saranno illuminati d’arancione: ADBI è felice della iniziativa della Banca d’Italia ed è orgogliosa di aver contribuito alla sua prima realizzazione lo scorso anno, insieme alla CPO. Inoltre presso tutte le filiali sarà pubblicizzata l’iniziativa di educazione finanziaria “Le donne contano”, importante strumento di prevenzione e difesa dalla violenza economica alle donne.</strong></p> <p><strong>Come ADBI riteniamo necessario e doveroso sostenere le realtà che operano in favore di donne vittime di violenza; tra le tante realtà esistenti quest’anno sosteniamo:</strong></p> <p>Ø  <span style="color: #ff6600;"><strong>Fondazione Pangea Onlus<span style="color: #000000;">,</span></strong></span> che sta portando avanti delle iniziative progettuali in favore delle donne dell’<strong>Afghanistan</strong>;</p> <p>Ø  <span style="color: #ff6600;"><strong>Talitha Kum</strong><span style="color: #000000;">,</span></span> rete internazionale impegnata contro la <strong>tratta di esseri umani</strong> ;</p> <p>Ø  <span style="color: #ff6600;"><strong>Cerchi d’Acqua</strong></span>, cooperativa sociale che gestisce un centro antiviolenza ed è socia fondatrice di D.i.Re (Donne in Rete Contro la Violenza), <strong>associazione nazionale di centri antiviolenza</strong> e case rifugio, ascoltando ogni anno circa 21 mila donne.</p> <p> Vi segnaliamo, infine, alcune delle iniziative programmate per questa ricorrenza:</p> <p><strong>Ø  </strong><strong>24 novembre</strong><strong>, 16.00:  </strong><strong>avvio della campagna ONU 16 giorni di attività ed eventi partono con la conferenza <em>UN International Day for the elimination of Violence against Women </em></strong><strong><a style="color: orange;" href="https://trello.com/b/LazSoGkN/16-days-of-activism-2021">https://trello.com/b/LazSoGkN/16-days-of-activism-2021</a> ;</strong></p> <p>Ø  <strong>24 novembre</strong><strong>, ore 16.30: Istat e l'Università di Padova </strong><strong>organizzano, l'evento virtuale<em><a style="color: orange;" href="https://urldefense.com/v3/__https:/www.istat.it/it/archivio/263427__;!!DKHwpfUEEKarIw!5QUkVuXk1sciDHGkB8nRIjU3ZNy3_aSbmfwcK241UVaCVknQyffUKdcdhwsmRYlmjjqQA1dP-Jb8$"> Gli effetti della pandemia sulla violenza di genere</a></em></strong><strong>, che è possibile seguire in </strong>diretta <strong>sul canale YouTube al link</strong> <a style="color: orange;" href="https://urldefense.com/v3/__http:/www.youtube.com/user/ScienzeStatistichePD__;!!DKHwpfUEEKarIw!5QUkVuXk1sciDHGkB8nRIjU3ZNy3_aSbmfwcK241UVaCVknQyffUKdcdhwsmRYlmjjqQA71qkTla$">www.youtube.com/user/ScienzeStatistichePD</a>;</p> <p><strong>Ø  </strong><strong>30 novembre</strong><strong>, ore 18.00: <span style="color: orange;"><em>STANDUP Contro le molestie in luoghi pubblici. </em></span></strong>Incontro con Cristina Obber, giornalista, scrittrice, esperta di stereotipi e violenza di genere, formatrice su queste tematiche nell'ambito scolastico e del lavoro e Ambassador per gli Stati generali delle donne. Il Webinar, organizzato dall’Unione Italiana, è un'azione del Progetto STANDUP Contro le molestie nei luoghi pubblici.</p> <p><strong>Ø  </strong><strong>Clementine antiviolenza: </strong>l’iniziativa di <strong>Soroptimist Italia</strong> prevede l’acquisto di clementine, nelle piazze delle città italiane, il cui ricavato verrà destinato ai centri antiviolenza territoriali.</p> <p><em>Ti ricordiamo che in Banca è operativo un canale dedicato esclusivamente al tema delle molestie sul luogo di lavoro, con un servizio di ascolto telefonico (Molestie sul luogo di lavoro: 800.198.660) o via web, accedendo all’Area riservata di Stimulus Care Services. ADBI si unisce alla CPO nel richiedere fermamente alla Banca la sollecita adozione di un codice contro le molestie sessuali e la promozione di attività atte a promuovere un ambiente privo di molestie, sotto qualsiasi forma, anche la più subdola. </em> </p> <p><span style="color: #ff6600;"><strong>DICIAMO BASTA ALLA VIOLENZA SULLE DONNE, CHE E’ UNA VIOLAZIONE DEI DIRITTI UMANI: PONIAMO FINE ALLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE ORA!</strong></span></p> <p><span style="color: #ff6600;"><strong>Gioia G., Lucia T., Daniela A., Emanuela A., Alessandra B., Rossana M.</strong><strong>,</strong><strong> Lucia P.</strong></span></p> <p> <img width="75" height="75" src="/media/342071/image002999_75x75.jpg" alt="Image002999"/><img width="233" height="59" src="/media/342072/logo-ADBI_233x59.jpg" alt="Logo ADBI"/><img width="75" height="75" src="/media/342071/image002999_75x75.jpg" alt="Image002999"/></p>ADBIhttp://www.adbi-online.it//newseventi/2021/11/giornata-internazionale-contro-la-violenza-sulle-donne-diciamo-basta-alla-violenza-ora!.aspx2021-11-24T00:00:00Verbale CD 16 Novembre 2021http://www.adbi-online.it//area-riservata/verbali-cd/2021/11/verbale-del-cd-del-16-novembre-2021.aspx<p>Alle ore 17,30 del 16 novembre 2021 si è riunito il Consiglio Direttivo di ADBI. Presenti: Gioia Guarini, Lucia Petrolini, Rossana Mangiapane, Daniela Appignanesi, Alessandra Baca, Emanuela Atripaldi.</p> <p>Odg:</p> <ol> <li>Programmazione iniziative per il 25/11/2021</li> <li>Organizzazione evento natalizio</li> <li>Eventi sul Linguaggio di genere, incontro con un Coach e W20 anno (es. 8 marzo, etc.)</li> </ol> <p> </p>ADBIhttp://www.adbi-online.it//area-riservata/verbali-cd/2021/11/verbale-del-cd-del-16-novembre-2021.aspx2021-11-16T00:00:00